Indagini ufo australiane in Italia

R.G. Casey è il ministro degli affari esteri australiano il quale scrive a vari ambasciatori australiani nel mondo per dargli il compito di indagare sulla questione ufo nei paesi dove sono accreditati.

Lettera di risposta dell’ambasciatore australiano a Tokio al ministro Casey.

ambasciatorejapan

Personale

Ambasciatore Australiano Tokyo

Caro Sig. Casey,

Grazie per la vostra lettera del 9 novembre in riferimento ai rapporti dall’Italia circa avvistamenti inspiegabili di dischi volanti. Finora non ho saputo niente di particolare interesse su questa materia dagli Americani a Tokyo, ma l’ambasciatore italiano, che è appena ritornato qui dopo una visita di alcune settimane a Roma, mi ha detto che non c’è alcun dubbio che  in Italia diverse regioni del paese sono state visitate da oggetti inspiegabili. Lui ha detto che recentemente una partita di calcio con alcune migliaia di spettatori a Firenze è stata fermata a causa della comparsa dei cosidetti ” dischi volanti” ed è fuori discussione che l’intera folla è stata soggetta ad un’illusione di massa. Sembra che questi oggetti sono stati osservati raggiungere un punto particolare, rimanendo stazionari nell’aria, partire a grande velocità e nuovamente ritornare negli stessi paraggi.  Inoltre, l’Ambasciatore ha detto che tracce di una sostanza, la quale sembrava essere fibra di vetro,  è stata recuperata dall’aria dopo queste apparizioni. Lui non ha mai visto nulla del genere.

Non c’è nessuna comunicazione particolare circa questo problema in Giappone, per quanto ne so, ma devo cogliere qualsiasi opportunità per ottenere ulteriori informazioni.

Cordiali saluti

PERSONALE

Allego copia dell’estratto di una lettera personale spedita a me da Paul McGuire a Roma.  Suona tutto alquanto strano e lui è naturalmente incline ad essere piuttosto scettico-nonostante sembrano esserci alcune prove che una parte degli “oggetti inspiegabili” sono di fatto “inspiegabili” con qualsiasi ipotesi razionale. Questa è giusto un appunto per domandarvi se avete trovato qualsiasi prova o opinione su questa materia tenuta dalle persone responsabili e informate nella vostra regione del mondo.

(Casey)

Lettera di risposta dell’ambasciatore australiano in Italia Paul McGuire al Ministro Casey.

Estratto dalla lettera di Paul McGuire del 27.10.1954.

Io non so cosa siete venuto a sapere dei dischi-volanti. Personalmente, sono nato scettico. Ma se loro hanno una realtà fisica, certamente sono dei fattori psicologici e politici. L’aeronautica qui si occupa di loro e sono riempiti di chiacchere su di loro. Ed entrambi la signora Luce* e il suo addetto dell’Aeronautica professano di prenderli seriamente.  Lei ha parlato di loro qui Martedì a pranzo. Martedì sera ad una cenetta data per il  compleanno dall’ Addetto dell’Aeronautica, mi sedetti accanto a lei, lei accanto a lui. Loro hanno continuato solo per due ore. Tre o quattro Italiani (Ministero degli esteri e Servizi) avevano gli occhi spalancati.

Cassady, l’Addetto dell’Aeronautica, dice apertamente che gli avvistamenti sono in costante aumento e sono fino a 50 “inspiegabili” alla settimana. I rapporti sono sufficientemente consistenti per stabilire il tipo di forma simile ad un  sigaro o  alla forma di un sigaro tagliato,   lungo circa 70 metri. Loro lo hanno registrato con vari strumenti, sufficienti a dimostrare un oggetto fisico: vale a dire per eliminare l’ipotesi che sono tutti effetti di pertubazioni atmosferiche, o simili. Lui ha detto che  due autorevoli Generali dell’U.S. Air Forces hanno incontrato un disco in volo. La sig.ra Luce ha menzionato un terzo Generale. Lei ha detto che suo cognato ne ha visto attentamente uno mentre camminava nel New England , ” e non è stato più lo stesso uomo da allora”, comunque lui rifiuta di parlarne per la pubblicazione.

Henry Luce ha tenuto una conferenza dei suoi editori ultimamente per decidere se dovrebbero fare uno sforzo per colpire al vertice tutta la faccenda. La sua gente ha detto, ” e come  diavolo pensi di poterlo fare? Ci sono troppe testimonianze.”

Entrambi la sig.ra Luce e Cassady  dicono che qualsiasi cosa è non appartiene agli U.S.A., e che nessuno scienziato finora ha prodotto il noto fenomeno o ha potuto spiegarlo.

Come ho già detto, sono nato scettico e arrivo alla credenza solo con (spero)sistemi razionali.  Io sono abbastanza incompetente per giudicare gli aspetti tecnici esposti da Cassady. Così congedo la questione dell’esistenza dei dischi-volanti.

Ma non possiamo politicalmente ignorare il fatto che la sig.ra Luce e il suo Addetto stanno parlando di loro.

La sig.ra Luce e Cassady  possono avere alcuni motivi politici per mentire. Dubito di questo. Loro possono essere ingannati o fuorviati o fantasiosi (questo è molto più probabile). Ma, qualsiasi sia la causa, il fatto è che loro stanno parlando dei dischi qui come una realtà affermata o vicina ad essere dimostrata.

Posso osare di suggerire che in altri posti potrebbe essere chiesto se gli Americani altrove ne stanno parlando in questo modo.

 * Clare Boothe Luce, nata Ann Boothe (New York, 10 marzo 1903 – Washington, 9 ottobre 1987), è stata una giornalista, scrittrice, attrice, politica, sceneggiatrice e ambasciatrice statunitense. Dal 1953 al 1956 fu nominata dal Presidente Dwight Eisenhower ambasciatrice statunitense in Italia.

 

Risposta del ministro Casey a Mcguire.

Solo una nota per ringraziarvi per la Vostra lettera del 27 Ottobre. Io sto inviando l’estratto della Vostra lettera in relazione agli “oggetti inspiegabili” ai capi di una serie di missioni, sotto copertura personale, per scoprire qualsiasi prova o opinioni espresse dalle persone responsabili e informate su questa materia nei paesi dove sono accreditati. Ho scritto a Officer (Parigi), McClure Smith (Cairo), Copland (Canada), Crocker (Nuova Delhi), Mcintyre (London) e Walker (Tokyo) al fine di ottenere una diffusione geografica.

Ho letto uno o due libri su questa materia e  le dichiarazioni ufficiali dell’U.S.A.F. che sono ovviamente molto attentamente formulate. Come voi io sono scettico per natura ma sembra esserci una parte degli “avvistamenti” che non sono spiegabili con ipotesi razionali.  Le farò sapere se qualcosa di interessante è venuto fuori dalle indagini che ho fatto.

Risponderò alle altre principali questioni nella Vostra lettera più presto che posso.

Frettolosamente, con i migliori auguri

Cordiali saluti

(R. G. Casey)


Sua Eccellenza  Sig. Paul McGuire, C.B.E.,
Ministro Australiano per l’Italia,
Roma

Casi Australiani del 1954 O.H. Turner PARTE 3

Elenco di casi di UFO australiani presenti nel Report Turner  – terza parte

Report Turner – Parte 1

Report Turner – Parte 2

marvel2

5. Durata dell’osservazione
5 – 10 secondi

8. Cosa ha attratto inizialmente l’attenzione dell’osservatore ad esempio luce o rumore?
Un bagliore arancione

9. L’oggetto è apparso come una luce o come un oggetto ben definito?
Effetto aura intorno all’oggetto ovale

11.Qual’era il colore della luce o dell’oggetto?
Scuro

15. C’era qualche suono?
Si, come una motocicletta ma non è certo che il rumore provenisse dall’oggetto.

marvel 3

19. Direzione di volo con accenno a punti di riferimento o punti della bussola
Nessun apparente cambio di posizione o elevazione

22. Dov’è scomparso l’oggetto, ad esempio a media altezza, dietro una collina, sopra l’orizzonte
A media altezza

27. Qualche informzione aggiuntiva
Sei osservatori in tutto

marvel4

5. Durata dell’osservazione:
5-10 secondi

8. Cosa ha attratto inizialmente l’attenzione dell’osservatore ad esempio luce o rumore?
Un ronzio

9. L’oggetto è apparso come una luce o come un oggetto ben definito?
Oggetto scuro sullo sfondo del cielo

11. Qual’era il colore della luce o dell’oggetto?
E’ diventato trasparente

12 Qual’era la sua forma apparente?
Ovale

13. C’era qualche dettaglio di struttura osservabile?
Dopo l’emissione di gas giallastro appariva trasparente con effetto ombra

15.C’era qualche suono?
Un ronzio (possibilmente di motocicletta)

marvel5.jpg

19. Direzione di volo con accenno a punti di riferimento o punti della bussola
Nessun cambiamento di posizione

22. Dov’è scomparso l’oggetto, ad esempio a media altezza, dietro una collina, sopra l’orizzonte
A media altezza

marvel6

5. Durata dell’osservazione
Molto breve. Circa 5 sec non più

7. Dov’era l’oggetto all’inizio dell’osservazione, per esempio elevato al di sopra, veniva da dietro una collina. sopra l’orizzonte, ecc.
Un bagliore nel cielo sopra la spalla sinistra ha attratto la mia attenzione.

9.L’oggetto è apparso come una luce o come un oggetto ben definito?
Oggetto ben definito dietro al bagliore arancione.

11. Qual’era il colore della luce o dell’oggetto?
Nerastro, bagliore arancione

13. C’era qualche dettaglio di struttura osservabile?
Possibile trasparenza della “fusoliera”

15. C’era qualche suono?
Si, come di un motore esterno.

marvel7

20. L’oggetto è rimasto su un percorso rettilineo, ha deviato o non ha compiuto alcuna manovra?
Penso che era nella stessa posizione dal principio fino alla fine dell’osservazione.

22. Dov’è scomparso l’oggetto, ad esempio a media altezza, dietro una collina, sopra l’orizzonte
A media altezza

tabella 27

Tooma

AVVISTAMENTO DI UN INSOLITO OGGETTO AEREO
Sig. R.A. GREEN
Sig. F.A. ARBLASTER
TOOMA N.S.W. 5 Gennaio 1954

1. In allegato un rapporto di avvistamento dalle persone sopra menzionate di insoliti oggetti aerei vicino Tooma, N.S.W. a 1200 ore il 5 Gennaio 1954.

2. Questi signori in compagnia di una terza persona erano in vacanza a pescare al momento dell’avvistamento e sostengono di non aver avuto notizie dai giornali o dalla radio dei precedenti avvistamenti.

3. La segnalazione è stata acquisita per telefono nel caso del sig. Green, e da F/0 Gun di questa sede in un’intervista nel caso del sig. Arblaster. In nessun caso lo scrivente ha avuto l’opportunità di un’intervista personale con entrambi i signori, tuttavia il sig. Green era abbastanza impressionabile per telefono. Il sig. Green ha specificamente richiesto che il suo rapporto non deve essere trasmesso alla stampa.

3. Il terzo membro del gruppo ha dichiarato di aver visto gli oggetti ma non c’è stata ancora l’opportunità di intervistarlo.

4. Allo scrivente non risultano avvistamenti riportati nell’area di Victoria a questa data.

Capo Squadriglia

 

 green 1

5. Durata dell’osservazione
15 minuti.

7. Dov’era l’oggetto all’inizio dell’osservazione, per esempio elevato al di sopra, veniva da dietro una collina. sopra l’orizzonte, ecc
Ad un angolo di 12° di elevazione sopra l’orizzonte ad est

9. L’oggetto è apparso come una luce o come un oggetto ben definito?
Oggetto ben definito emetteva luce costante ad alta intensità.

10. Se c’era più di un oggetto, quanti erano e qual’era la loro formazione
3 oggetti zigzagavano uno intorno all’altro viaggiando verso est

11.Qual’era il colore della luce o dell’oggetto?
Bianco

12. Qual’era la loro forma apparente?
Oggetti ovali o circolari molto alti sopra i 30.000 piedi.

16. Altezza o angolo di elevazione
12° in ascesa a 35° e sono scomparsi a 18°(approssimativi)

17.Velocità o velocità angolare
Supersonica

18. Indicare ogni esperienza che consente all’osservatore di essere ragionevolmente certo delle risposte date al 16 e 17.
Considerevole esperienza nell’individuazione di aeromobili in marina. Ho usato il braccio disteso e il pollice per misurare gli angoli (metodo della marina militare).

green 2

20. L’oggetto è rimasto su un percorso rettilineo, ha deviato o non ha compiuto alcuna manovra?
La traiettoria di volo era piana ma gli oggetti compivano ripetute manovre.

22. Dov’è scomparso l’oggetto, ad esempio a media altezza, dietro una collina, sopra l’orizzonte
A media altezza 18° sopra l’orizzonte. La luce ha mantenuto l’alta intensità diventando sempre più piccola.

27. Qualsiasi ulteriore informazione:
Le lenti polaroid sono molto più efficienti dell’occhio nudo. Quando le stesse lenti sono state usate nel successivo passaggio di aeromobili questa differenza non è stata così marcata. Non c’era similarità tra aerei e gli oggetti osservati .

arblaster 1

5. Durata dell’osservazione
Da 10 a 15 minuti

8. Cosa ha attratto inizialmente l’attenzione dell’osservatore ad esempio luce o rumore?
Un altro osservatore

9. L’oggetto è apparso come una luce o come un oggetto ben definito?
Oggetto ben definito. Simile alla stella Venere.

10. Se c’era più di un oggetto, quanti erano e qual’era la loro formazione
3 oggetti variavano formazione, orbitavano e cambiavano posizione. Simili ad una stella luminosa

12. Qual’era la loro forma apparente?
Forma ovale o circolare

17 Velocità o velocità angolare
Nessuna stima, molto veloci

arblaster 2

19. Direzione di volo con accenno a punti di riferimento o punti della bussola
Direzione ovest verso Sud

20. L’oggetto è rimasto su un percorso rettilineo, ha deviato o non ha compiuto alcuna manovra?
Si muovevano su un percorso rettilineo orbitando verso Sud1 si dirigeva a sud seguito da 2 e 3 dopo un intervallo, la formazione linea a poppa.

22. Dov’è scomparso l’oggetto, ad esempio a media altezza, dietro una collina, sopra l’orizzonte
E’ andato fuori dalla nostra vista a media altezza

27. Qualsiasi ulteriore informazione:
La posizione degli osservatori era sulla rotta aerea Melbourne-Canberra ed una verifica è stata fatta dagli osservatori sugli aerei di passaggio ma non c’era similarità con gli oggetti osservati in precedenza.

ofarrell

Incidente di un volo notturno sul percorso  dei campi a 1900k, 31 Agosto 1954

Signore,

Ho l’onore di sottoporre il rapporto seguente riguardante un incidente avvenuto il 31 Agosto durante un volo notturno di attraversamento dei campi da R.A.N.  Stazione Aerea, Nowra.

2. La rotta era Nowra-Young-Temora-Yass-Nowra, altezza 13,000 piedi.

3. A 1858 ho fatto il seguente rapporto di posizione alla Civil Air Radio Canberra: ” Ausnav 921 contatta Yass a 13000 piedi calcolando Nowra a 1920″.  Questo è stato riconosciuto da Canberra e a Sud Ovest di Goulburn ho cambiato verso 143.64 m/cs, frequenza di esercitazione Squadriglia 723 e ho contattato Nowra.

4. Dopo aver contattato Nowra a circa 1910, ho notato una luce molto luminosa che si avvicinava velocemente a ore “una”. Questa luce brillante mi ha superato davanti e  proseguiva risplendendo posizionata al mio fianco sinistro dove sembrava orbitare. Allo stesso tempo, ho notato una seconda luce similare a ore “nove” ,  la quale  mi ha sorpassato davanti per circa un miglio e poi si è diretta dove la prima luce era stata avvistata.

5. Ho contattato Nowra e ho chiesto se mi avevano sul radar, sperando che loro avrebbero confermato che c’erano altri velivoli nelle vicinanze. Hanno risposto che avevano 3 echi e mi hanno consigliato di virare  di 180° (Percorso), per essere individuato se io necessitavo orientamento. A questo punto, le due luci brillanti si sono riformate a ore “nove” dalla mia posizione e sono scomparse in direzione Nord verso Est.

6. Non ho visto altre luci ed ero solo in grado di scorgere una forma indistinta con la luce bianca situata centralmente sulla parte superiore. La loro apparante velocità di attraversamento è la più veloce che abbia mai visto e al momento io stavo segnando 220 nodi.

Io ho l’onore di essere,
Signore,
il Vostro obbediente servitore,
Tenente, R.A.N.

Allegato: dichiarazione del sottufficiale (R.P.I.) JESSOP.

ofarrell 2

A 1907, l’aereo 921 ha richiamato e ha chiesto se lo avevamo sul radar. Dopo il controllo G.C.I. sul display remoto, abbiamo riscontrato che sono apparsi due segnali sul display approssimativamente 280 gradi 32 miglia. Dopo circa 15 secondi, un’altro segnale è apparso nella stessa zona. Uno sembrava puntare verso la base, gli altri in direzione nord verso est.
Circa due minuti più tardi, abbiamo comunicato al 921 di manovrare di 180 gradi se voleva una posizione, così potevamo identificarlo. La sua risposta è stata “negativa” quindi non abbiamo seguito ulteriormente le tracce dei segnali.


                                                                                                                 Sottufficiale R.P.I.

ofarrell 3

OGGETTO NON IDENTIFICATO

D.A.F.I.

I rapporti allegati, trasmessi  dal Comandante, R.A.N. Stazione Aerea, Nowra, sono trasmessi per informazione.

2. Le indagini di questa Divisione hanno dimostrato che:

(I) Il tenente O’Farrell è un testimone interamente credibile.

(II) Il testimone ha visto una massa associata alle luci, ma era impossibilitato a distinguere alcuna forma.

(III) Era una serena notte stellata senza la luna.

(IV)Il testimone era visibilmente “scosso” da questa esperienza, ma rimane inflessibile  riguardo agli oggetti che ha visto.

(V) Non c’era alcun dubbio di un’eventuale collusione fra i due testimoni.

(VI) Non c’erano velivoli dell’Air Force o della Marina nell’area al momento, ma c’era un T.A.A  Convair a 14.000 piedi con rotta verso nord.

 

Casi Australiani del 1954 O.H. Turner PARTE 2

Elenco di casi di UFO australiani presenti nel Report Turner  – seconda parte

Report Turner – Parte 1

Report Turner – Parte 3

          Appendice II
note su singoli rapporti

Rapporto n.1 – Bass Pt., N.S.W.- 16.7.50
1. Se si suppone che la segnalazione è genuina e che è sufficientemente accurata per giustificare le analisi, si è consapevoli di un’incongruenza nella descrizione. Da una parte, le luci rosse e verdi che circolano in un’area di circa un miglio in lunghezza per circa 100 minuti sono molto inusuali rispetto alla maggiorparte di rapporti UFO e molto più indicative di un aeroplano, in particolare considerato che la luce rossa è a babordo, e la luce verde a tribordo. D’altronde, il tempo stimato per il percorso conferisce una velocità di soli 15 m.p.h.. Inoltre, le luci sono state segnalate essere stazionarie per un periodo di cinque minuti, e alcun rumore di un aereo è stato udito. Le autorità civili e l’Air Force erano inconsapevoli della presenza di qualunque aereo. Se un aereo non autorizzato stava volando fra 0150 e 0335 ore, indice a pensare ad attività sovversive. Per questa sola ragione, ulteriori provvedimenti sono stati presi dall’ E.A.H.Q.. Se il rapporto si rivela essere una mistificazione, un’azione legale potrebbe essere invocata per scoraggiare potenziali futuri mistificatori.

2. Il documento successivo di misteriosi fari dell’auto e dell’esplosione di una cava può essere dovuto a fenomeni del tutto estranei. La tempestiva investigazione sarebbe stata in grado di favorire quella direzione. In questa fase tardiva, sarebbe difficoltoso distinguere tra (a) misitficatori, (b)operazioni clandestine di possibile natura sovversiva, e (c) insoliti comportamenti di un UFO.

Rapporto n.2 – Vicinity Queensland – New South Wales- 29. 11.50

3. Le notizie dei giornali mancano di dettagli sufficienti per avviare un’analisi. L’unica notizia utile del Capitano Herman e il Primo Ufficiale Quinn volando a Nambour, Qld., e il Capitano Boyd del C.M.F., Sidney. La discrepanza nei tempi indicati è interessante. Il Capitano Herman ha considerato una durata di 8-10 secondi a 1908 ore tempo il quale dovrebbe essere corrispondente propio a quando ha ritenuto la radio fuori uso. Il Capitano Boyd ha stimato 2 secondi a 1918 ore più o meno 2 o 3 minuti. Se la discrepanza fra i tempi di osservazione di 1908 e 1918 ore si rivela essere significativa, allora l’oggetto osservato non poteva essere una singola meteora, ma dovrebbero essere due meteore separate o un oggetto che viaggiava oltre 3,000 m.p.h.. Se fosse dimostrato che in realtà i due tempi erano probabilmente concordanti, allora è necessario fare un congiungimento delle due seguenti sequenze di osservazioni.

Posizione Iniziale Elevazione Finale Percorso Apparente
1. Nambour: 090° “a livello con l’aereo” 190°
2. Sydney: 060° 045° 240°

Se l’oggetto era una meteora, il miglior compromesso è risultato essere:

Posizione Elevazione Percorso Raggio Altitudine
1.Nambour: Primo avvistamento 090° 10° 225° 400 mls. 80 mls
Ultimo avvistamento 160° 225° 400 mls. 50 mls
2.Sydney: Primo avvistamento 045° 10° 225° ~250 mls. <60 mls.
Ultimo avvistamento 045° 30° 225° ~90 mls. 50 mls

appendixII2_
4. Questo naturalmente comporta una lunghezza di percorso di quasi 600 miglia in 8-10 secondi o una velocità media di circa 60-70 miglia al secondo. Come è stato dimostrato (vedi nota in calce (a)) meteore fortemente iperboliche non sono prevedibili, la variazione di velocità delle comete a circa 1900 ore dovrebbe essere tra 7 e 20 miglia al secondo quando inizialmente penetra nell’atmosfera superiore. (la velocità eliocentrica parabolica di 42.1 km/ sec quando si unisce vettorialmente alla velocità dell’orbita terrestre di 29,8 Km/sec. raggiunge la velocità massima prevista per una meteora a parte poche meteore che possono essere state alterate in orbite leggermente iperboliche. ) Salvo che una meteora fortemente iperbolica verrà postulata, è inevitabile affermare che entrambe le valutazioni della durata e posizione del Capitano Herman e del primo ufficiale Quinn sono drasticamente in errore, oppure scartare l’ipotesi della singola meteora. In considerazione della discrepanza di tempo del Capitano Boyd, sembrerebbe logico preferire di scartare l’idea della singola meteora.

5. C’è un ulteriore disaccordo che il colore della luce è coerentemente descritto come un verde-blue brillante. Malgrado c’è stata una esigua ricerca sistematica scientifica delgli spettri delle meteore (vedi nota in calce (b)), sembrerebbe che un verde-blu predominante è insolito. Sarebbe più insolito nel caso che due meteore del genere erano viste entro dieci minuti l’una dall’altra, in particolare una terza è stata vista sopra Victoria nella notte successiva.

6. D’altronde, su milioni di meteore visibili ogni notte, deveno essercene occasionalmente alcune abbastanza inusuali da suscitare l’interesse del pubblico. Fino a quando non si saprà di più sulla probabilità di eventi di meteore insolite, la possibilità rimane che 2 meteore verde-blu sono state osservate il 29.11.50 e una terza il 30.11.50.

Nota in calce (a)
                                   Riferimenti- Astrophysics journal
                                   Royal Astronomical Soc Monthly Notices

Nota in calce(b)
                                      La classificazione generale è:
                                      X- rara- principalmente 3830A* (U.V.) riga di Mg più deboli righe di Ca.
                                      Y- pioggie e sporadica 3933A, 3968A, anche 6,000A righe di Ca
                                      Z- sporadica – svariate righe di Fe, appena un pò Ca. (appare bianca)

Tuttavia, L’ Astrophysics Journal 118, 555 (1953) riporta che una riga 5,162 A (verde) è dovuto principalmente al Mg è stato scoperto provenire da una meteora. La probabilità che è causato da un Cu verde è remota in quanto solo lo 0.2% di Cu è riscontrato nei meteoriti ferrosi, e ancora meno nei meteoriti rocciosi, mentre quest’ultimo contiene circa il 14 % di Mg.. Tuttavia, la probabilità che la riga verde di Mg predomina è remota.

Rapporto n. 5- Darwin-13.6.51

7. Controllare i dati dei teodoliti con la posizione e il movimento del pianeta Venere, eccetto che le rilevazioni acquisite sono fuori dai 180°.

*http://it.wikipedia.org/wiki/Angstrom

AppendixIIpag3

Rapporto n.7- Bridgetown-28.11.51
8. Ci sono alcune persone per cui questo rapporto potrebbe rappresentare un’impressione altamente distorta di un’ insolita meteora. In questo caso, tuttavia, il contenuto del rapporto è indicatore di un osservatore sufficientemente razionale da suggerire che molto probabilmente è stato osservato un UFO.

Rapporto n.8 – Kew- 3.5.52, 0545 ore
9. Benchè questo può possibilmente essere identificato con il caso N.S.W. a 0610, è improbabile che la discrepanza nel tempo è verosimilmente effettiva e l’andamento da “melbourne a Kew” suggerisce un’elevazione molto maggiore rispetto quella prevista 10-20° (vedi note sul 9). Ci sono testimonianze insufficienti per formulare una stima sulla sua identità.

Rapporto n.9- Parkes, Sidney: Kiama, -3.5.52, 0610 ore
10. Un’analisi di 15 rapporti separati indica che un oggetto o degli oggetti di dimensioni apparenti totali, circa la metà della luna piena, sono passati sopra N.S.W. ad altezza considerevole e ad un’elevazione di circa 35° alla maggior parte degli osservatori. la durata media è di circa mezzo minuto. Le descrizioni sono abbastanza compatibili con una grande e lenta meteora che viaggia orizzontalmente o ad angolo radente iniziando a scomporsi. Una meteora del genere avrebbe dovuto essere visibile ai residenti di Melbourne ad un’elevazione di 10-20°. E’ un peccato che Il giornale Victorian non è riuscito a fornire alcun dettaglio, e che non sono state fatte indagini ufficiali a Victoria.

11. E’ alquanto sorprendente che non si sono verificati intensi “bagliori” durante la disgregazione, e che particelle più piccole non sono cadute molto rapidamente a distanza.

Rapporto n. 10 – Woomera- 27.9.52
13. La velocità e la direzione del fenomeno che ha prodotto questo ben definito eco radar potrebbe facilmente quadrare con la velocità e la direzione del vento. Le considerevoli fluttuazioni  d’altezza potrebbero plausibilmente essere spiegate dalle alte correnti variabili di aria calda dovute alle variazioni dei contorni della superficie e nel suolo e ai cambiamenti della vegetazione. C’erano dati disponibili insufficienti per correlare tracciati di variazione d’altezza con una sezione trasversale delle caratteristiche di superficie. Può essere utile fare questo.

14. Per produrre un eco simile a un grande aereo ma non visibile all’osservatore, si può supporre l’esistenza di una nuvola compatta altamente ionizzata. Uno strato di cristalli di neve (o ghiaccio) è improbabile considerato che la temperatura del suolo era 84° F e il punto di solidificazione sarebbe improbabile ad altezze di soli pochi migliaia di piedi. E’ altamente improbabile che una nuvola ionizzata potrebbe attraversare l’Australia dal Monte Bellos senza essere dispersa, ma la recente esplosione atomica può indicare una connessione. Probabilmente una precipitazione di pioggia radioattiva che evapora poco prima di raggiungere il terreno può produrre localmente una nuvola ionizzata. L’apparente osservazione del distacco dei segmenti dell’eco radar indicherebbe che qualora l’eco era dovuto a una nuvola allora sarebbe relativamente di breve durata.

Rapporto n.12- Terrigal- 30.12.52.
15. La testimonianza del Tenente Colonnello che la luce o oggetto osservato subisce un cambiamento di rotta e un aumento apparente

appendix2pag4

di velocità dovrebbe essere accettata. In relazione all’osservazione che questo era contrario ai venti di terra, e dopo aver considerato possibili effetti prodotti dal sole, sembrerebbe che c’è una ragionevole probabilità che un UFO è stato avvistato.

Rapporto n.15-Mackay-10.5.53
16. La descrizione fornita dal Capitano jones è indicativa di un UFO. Propendendo sulla supposizione di una riflessione della luce interna può eventualmente aver prodotto il movimento circolare, ma non dà l’impressione di lampeggiare in cielo. In ogni caso, un pilota è ben consapevole delle illusioni prodotte da un riflesso della luce e c’era tempo sufficiente per verificare varie possibilità quanto all’origine della luce.

Rapporto n.25 – mansfield-15.1.54
17. Questo rapporto è anonimo e potrebbe essere una mistificazione basata sul racconto del Capitano Barker( vedi rapporto n.22). Plausibilmente, qualcuno aveva rancore nei confronti della R.A.A.F. e sperava di disturbarli inviandoli a caccia di un’oca selvatica. Se questa è una mistificazione, l’autore ha mostrato parecchia ingenuità. Se era autentico, avrebbe fornito informazioni valutabili come le seguenti osservazioni possono indicare.

1. Ronzio come il vento sui cavi – questa descrizione è stata data in diversi (non R.A.A.F.) rapporti, includendo i più recenti.
2. Luci verdi utlizzate durante la discesa- apparentemente per accellerare la navigazione o per ispezione visuale.
3. Divenute stazionarie, le luci verdi sono scomparse, il ronzio più forte-così come una maggiore spinta verso l’alto è necessaria quando è stazionario, il ronzio potrebbe essere       associato all’effetto necessario per mantenerlo sollevato.
4. Il cerchio di metallo brillante di 12 -piedi suggerisce che questa parte può ruotare per provocare la spinta e il rumore.
5. Per ascendere, una luce gialla gassosa dalla base del tronco e pause di ronzio- cioè il getto di spinta sufficiente per dissolversi con rapidi mezzi di sollevamento.
6. Per andare avanti, luce gassosa gialla dal lato del tronco- potrebbe questo aver causato “l’osservazione di una luce ambrata di Barker dalla sua vettura”?
7. Resoconto del veivolo- i rapporti Americani suggeriscono che quel velivolo costituisce un centro d’interesse per quanto riguarda gli UFO.
8. La luce verde dal centro del cerchio apparentemente usata per ispezione visuale. Questo corrisponde con il rapporto Kongwok.
9. Il “rombo improvviso” suggerisce un getto a rapido efflusso. ( Di norma la propulsione silenziosa indicherebbe che generalmente solo una piccola quantità viene espulsa. Se è così, allora entrambi gli UFO hanno una massa minima oppure lo scarico è ad alta velocità.)

Rapporto n.28- S.E. di Woomera-22-23.11.53
18. Testimonianze insufficienti per accertare questi rapporti. Sarebbe stato utile se la sicurezza avesse seguito ulteriormente questo caso.

 appendixpage5

Rapporto n.48- East Malvern-30.05.54
19. Uno degli osservatori di questo avvistamento, David Reese, era personalmente indagato in questo caso. Lo scrivente si è sentito rassicurato circa l’integrità di questa testimonianza. Il rumore descritto era interessante, anche per come è stato omesso o insufficientemente descritto negli articoli dei giornali, e ancora si è ripetuto una settimana dopo davanti a Jeannette Brown a est di Dandenong.

Rapporto n.52-Sydney-14.6.54
20. E’ possibile che (a) e (b) abbiano visto Venere, che in generale era in quella direzione al momento. Tuttavia, Venere sarebbe tramontata prima (c) che (d) stavano osservando . Possibilmente (c) e (d) stavano guardando una stella luminosa.

Rapporto n.56 – Dandenong-5.6.54
21. Un rapporto separato è stato sottoposto a questo e al successivo avvistamento. Lo scrivente ritiene che questo particolare avvistamento ha una notevole alta probabilità di essere un UFO senza riserve.

Kongwok-23.8.54 e 8.9.54
22. Rapporti separati sono stati sottoposti a questi due avvistamenti. Inoltre una personale intervista ha influenzato lo scrivente nel ritenere che queste osservazioni sono qualche fenomoneno completamente sconosciuto alla presente comprensione scientifica. E’ stata esaminata la possibilità che questi avvistamenti potrebbero essere stati dovuti a palloni sonda  e si è rivelata essere praticamente impossibile.

turner cases 1

woomera 1

Capo Direttore

Trasmesso con la presente per Vostra informazione, sono due segnalazioni di un oggetto non identificato avvistato a Woomera il 5 Maggio 54.

2. Le persone che hanno segnalato erano separate da una distanza di approssimativamente trecento yard e hanno fornito descrizioni che confermano ciò che ciascuno ha osservato.

3. E’ stato constatato che un oggetto simile è stato osservato all’incirca il 3 Maggio 1954, da due signore a Henley Beach, Sud Australia, e riportato nel “The Advertiser” del 4 Maggio 54.

Colonnello

Capo Direttore

woomera 2

RAPPORTO DI UN OGGETTO VOLANTE AVVISTATO IL 5 MAGGIO, 1954

Io ero al Campo R1 (Postazione R1), la Postazione Radar, in piedi accanto al casotto dell’ufficiale di sicurezza, e stavo guardando dalla Postazione Radar a circa 1645 ore, osservavo una delle nostre prove attraverso il binocolo.

Questo oggetto sembrava viaggiare verso di me o diretto sulla traettoria di avvicinamento del Canberra. Quando è sopraggiunto sul percorso del Canberra ha virato alla mia destra ed andava nella direzione dalla quale il Canberra era appena arrivato.

Quando è passato immediatamente sopra il Canberra ha rallentato. Durante questo tempo io ho trovato molto arduo da credere cosa avevo visto, così ho chiuso gli occhi e dopo ho guardato di nuovo attraverso il binocolo e l’oggetto era ancora stazionario  sopra la traettoria di volo del Canberra.

E’ apparso essere delle stesse dimensioni del Canberra attraverso il binocolo, pensai se fosse possibile vederlo a occhio nudo. Tuttavia, quando ho guardato al di sopra del binocolo l’oggetto se n’era andato o io non potevo vederlo ad occhio nudo, e quando ho guardato di nuovo attraverso il binocolo non l’ho individuato.

L’oggetto sembrava viaggiare tre volte più veloce del Canberra, ma certamente era impossibile valutare, dato che io non sapevo a che altezza fosse. Era perfettamente circolare tutto il tempo e di colore grigio scuro, e dava l’impressione di essere traslucido.
Non ha brillato affatto quando ha virato o era tutto lucente.

woomera 3

IN RIFERIMENTO AD UN BERSAGLIO NON IDENTIFICATO OSSERVATO SUL RADAR  il 5 MAGGIO, 1954


Signore,

A circa 1600 ore del 5 Maggio, un bersaglio non identificato è stato osservato sul Radar AA Numero 4 Mk. 6.

Il bersaglio è apparso su Fascia Alta in un raggio di circa 60.000 yards posizione 355° avvicinando “R”, ha descritto un’iperbole sopra “R”ed è andato fuori dalla sua rotta ad una posizione di circa 90°. E’ passato dietro la Spotting Tower, “S2”. Ho cronometrato oltre 15.000 yards in 10 secondi la sua velocità risulterebbe circa 3.600 M.P.H..
Cfn. Keane ha osservato questo evento insieme a me. Considerato che il bersaglio è stato seguito per 70.000 yards su Fascia Alta l’altezza sarebbe maggiore di 60.000 piedi. Vedi Diagramma nella pagina seguente.

dandenong schema

dandenong 1

RAPPORTO DI AVVISTAMENTO A EST DI DANDENONG

Basato su Interviste del 15/6/54, 19/6/54, 10/07/54,8/8/54

1. Data: Sabato, 5 giugno 1954.
Ora: 1820 ore.
Luogo: Dandenong Est, nelle vicinanze della Prince’s Highway, il segnale di 21 miglia .
Testimoni: Janette Brown(16), Jeanette Jhonson(13).

Descrizione della signorina Brown:

Mentre aspettavo un autobus per Dandenong, ho sentito un ronzio, ma la fonte di questo ronzio non è stata localizzata.
Poi ha cambiato in un rumore che ricorda una motocicletta malgrado la strada era completamente deserta- (la strada è visibile per più di un miglio in entrambe le direzioni). Una sagoma è stata in seguito osservata verso sud sopra lo stabilimento Heing in parte-costruito (a circa 200 yards dalla strada). Dalla parte frontale dell’oggetto brillava una luce bianca. Quando l’oggetto si è spostato in avanti diretto verso l’osservatore, sembrava essere rotante e la luce è diventata più gialla.
Quando è andato sopra il cottage del guardiano (a circa 150 yds, dalla strada) l’oggetto è diventato grigio-argento luminescente, mentre apparivano altre due luci gialle e il rumore di motocicletta era cessato, ma era rimasto un leggero rumore vibrante metallico. La larghezza dell’oggetto era più grande della larghezza del cottage ma minore di 1 -1/2 volte il cottage (cioè circa 35-40 piedi). L’oggetto era sopra il tetto del cottage all’incirca all’altezza del cottage (cioè circa 25-30 piedi sopra il terreno).
Le tre luci non erano posizionate simmetricamente, così come c’era un lungo spazio fra due delle luci-quasi come se una quarta luce non era accesa. Il periodo di rotazione era circa 3-4 secondi. Quando fu circa a 10 yards dalla recinzione, che è a circa 25 yards dal lato della strada e dalla posizione dell’osservatore, l’oggetto ha fermato il suo avanzamento e il periodo di rotazione si è ridotto ad un secondo circa. L’altezza al di sopra del terreno era circa due volte l’altezza del recinto (cioè circa 15 piedi). Il rumore metallico ha incrementato la frequenza, apparentemente in corrispondenza con il periodo di rotazione. Le luci sembravano brillare da dentro; avevano contorni indefiniti e si espandevano nell’aria per circa un piede, ma non illuminavano l’area. Erano di un colore giallo-arancione.
Nella forma, l’oggetto sembrava avere una base ellittica o circolare con al di sopra una cupola a tettuccio, in cui c’erano finestre quadrate disposte simmetricamente. Al di sotto della base c’erano tre “ruote” ellissoidali che apparivano essere oscillanti o rotanti. Dopo un pò l’oggetto ha retrocesso verso lo stabilimento ed è sparito dietro il cottage. A questo punto , la testimone è stata raggiunta dalla Signorina Jhonson che indipendentemente conferma quanto segue:
-L’oggetto, ancora illuminato, è passato dietro il cottage e con un ronzio, si è spostato in direzione ovest allo stabilimento

dandenong2

Dopo essere rimasto sospeso per un minuto, si è spostato in direzione nord, ha attraversato la Highway ed è sparito dietro alcuni alberi.

La testimone ha avuto svariate impressioni:

1. L’oggetto era attratto nella sua direzione perchè la sua torcia elettrica stava lampeggiando.
2. Quando era vicino al recinto, la osservava attentamente.
3. La sua torcia sembrava divenire carica.
4. Lei aveva una “sensazione spettrale” e si è spaventata. Si è accovacciata sul terreno.

La testimone ha visto “La guerra dei mondi” e ha visto nell’Australasian Post una copia della fotografia fatta da Adamski.
Lei sostiene di non essere stata eccessivamente impressionata da questi avvistamenti e li aveva completamente dimenticati.

Possibili fenomeni connessi:

1. Jhon Brown (fratello della testimone sopra) sostiene che i vicini si lamentavano di intense interferenze radio al momento dell’avvistamento.
2. Janette Brown lamentava che il suo orologio da polso si è fermato a 1823 ore. Il giorno dopo ha ripreso a funzionare nuovamente, ma mancavano circa 5 minuti per ora.
3. Il 10 Giugno, Jhon Brown ha portato l’orologio al suo posto di lavoro al Plaza Theatre, Collins Street. Utilizzando una bussola 1 1/4″ , il proiezionista ha notato che l’orologio era in grado di respingere la lancetta. L’orologio è poi stato messo dentro il campo A.C. di un variac, un tentativo fatto per demagnetizzare l’orologio. Questo è stato confermato in un’intervista con il proiezionista. Si è inoltre ritenuto che le batterie della torcia sono state prosciugate dell’energia.
4. Il 12 giugno , Jhon Brown sostiene di rilevare un’effetto di ripulsione magnetica dalla chiusura della borsa portata da sua sorella il 5 giugno, insieme alla fibbia della cintura e ad alcuni orecchini. Un effetto simile è stato scoperto sui fili del recinto vicino il cancello Heinz.
5. Il 15 giugno, Peter Kenley, geologo nel Dipartimento Victorian Mines ha ispezionato l’aerea con una bussola sensibile.

Una susseguente intervista ha rivelato quanto segue:

(a) I pali di ferro che sostengono il filo del recinto sono risultati essere magnetizzati.
(b) Le punte superiori dei pali successivi hanno normalmente una polarità magnetica alternata.
(c) Nelle vicinanze del posto indicato da John Brown che è stato occupato dall’oggetto volante, tre paletti consecutivi avevano poli nord alle punte superiori.
(d) Un recinto simile distante alcune miglia è stato scoperto essere magnetizzato.
(e) Una sezione di questo recinto è stato riscontrato avere tre consecutivi poli nord.
(f) Non è stato possibile comparare le relative intensità.
(g) Il gancio della borsa è stato confermato essere magnetizzato, e i poli nord e sud sono stati individuati, ma con difficoltà.
(h) Il signor kenley ha considerato che c’erano prove insufficienti per insinuare la credenza che un’intensa fonte magnetica è sussistita nell’area. Contrariamente ad un articolo di giornale, lui aveva una mente aperta sull’argomento.

dandenong 3

Data: Martedì 8 Giugno 1954.
Ora: (A) Circa 1820 o 1830. (B) 1845 a circa 2330.
(C) Possibilmente 1930.
Luogo: (B), (C) Dandenong Est, Prince’s Highway, in prossimità del segnale di 21 miglia .
Testimoni: (a) Janette Brown più compagni di viaggio anonimi.
                (b) Signore e Signora Brown & Janette Brown.
                (c) Signora Hillis.

Descrizione (a) Janette Brown.
                 Dallo scompartimento del treno in prossimità di Dandenong, tre luci gialle sono state osservate nel cielo. Sembravano essere rotanti. Altri testimoni nello scompartimento non possono essere rintracciati.
(b) Signor Brown.
     Tre luci gialle, apparentemente rotanti, sono state osservate avvicinarsi da Sud, muoversi velocemente da 60° ad un’elevazione approssimativa di 30°, e in seguito rimaste stazionarie per alcune ore ad est della casa. Le tre luci formavano un gruppo quasi delle dimensioni della luna piena. Le luci a volte sono scomparse tra le 2320 e le 2345 ore.
(c) La Signora Hillis ( vive a circa 200 yards ad est del Signor Brown.)
Luce luminosa stazionaria ad est-grande e radiosa quasi quanto la luna piena.


3. Data: mercoledì 16 Giugno, 1954.
Ora: Prima serata.
Luogo: McLennon Street, Dandenong Est (circa 2-300 yds.  N. E. dal segnale di 21 miglia).
Testimoni: Signora Brown, Jhon Brown.
Descrizione della signora Brown:
Luce luminosa gialla, più grande di Venere, osservata per circa mezzora.

 dandenong 4

4.Data: Lunedì 21 Giugno, 1954
ora: 1845.
Luogo: Dandenong Est, nelle vicinanze del segnale di 21 miglia.
Testimoni: Janette Brown, Jhon Brown.

Descrizione di Jhon Brown:
Centinaia di luci bianche scendono dal cielo sopra una piccola area recintata per un periodo di molti minuti-circa mezzora.
Le luci sembravano essere pochi pollici in lunghezza, a forma di goccia, discendevano all’incirca dall’altezza degli alberi scivolando rapidamente al suolo su cui rimbalzavano e svanivano. La durata di ciascuna luce era all’incirca un secondo. Una piccola luce fioca è stata vista spostarsi in alto in modo erratico. Il testimone per la maggior parte del tempo si è concentrato sulla possibile fonte di queste luci. Era una notte buia e nuvolosa.

Descrizione di Janette Brown:
Un gran numero di luci color crema, forma a goccia, le luci atterravano nelle vicinanze della testimone mentre si trovava nella Prince’s Highway con Jhon Brown. Le luci cadevano da un’altezza di 100 piedi o più, fluttuavano verso il suolo dove tentennavano prima di balzare. Alcune hanno fatto due o tre salti prima di svanire. Ciascuna luce aveva la durata di diversi secondi. Da una luce traspariva una sagoma unita ad una seconda luce che cadeva tra la prima luce e gli osservatori. Agli osservatori è sembrato che la luce, la quale aveva un’ estensione di diversi pollici era in cima alla figura oscurata lunga circa uno o due piedi. L’estremità posteriore della figura sembrava essere come due gambe di cavalletta. La testimone era soprattutto turbata dal comportamento delle luci sul terreno. La più vicina si ritiene essere distante circa 20-30 yds. Una susseguente ricerca nell’area con le torcie non ha rilevato niente di insolito.

5. Data: Sabato 26 Giugno, 1954.
Ora: (a) 1900-1910 ore (b) 2330 ore.
Luogo: (a) Ad Ovest dal segnale di 21 miglia.(b) Stabilimento Heinz.
Testimoni: (a) Signora Hillis e il figlio. (b) Signora Johnson, Joan Johnson(9 o 10).

(a) Descrizione della Signora Hillis:-
Luce luminosa ad ovest dello stabilimento Smith: più oblunga che circolare, ma circa la grandezza apparente della luna. La testimone è entrata in casa. Ritornata 10 minuti più tardi, la luce era andata.
(b) Descrizione della Signora Johnson:-
Dall’ingresso ad ovest dello stabilimento Heinz, un bagliore rotante giallo è stato osservato illuminare le mura dello stabilimento. Era una notte troppo fredda per eseguire ulteriori indagini.

dandenong 5

6. Data: Mercoledì 7 Luglio, 1954.
Ora: 1750 ore.
Luogo: via McLennon, Dandenong est.
Testimoni: Signora Brown, Bobby Brown.
Descrizione della Signora Brown:-
A Nord-Est della casa circa ad un’elevazione di 45° è stata osservata una stella luminosa gialla più luminosa di Venere o Marte i quali erano entrambi separatamente identificati. La luce è scomparsa dopo due minuti.

7. Data: Martedì 8 Luglio, 1954.
Ora: 1840 ore.
Luogo: Via mcLennon, Dandenong Est.
Testimoni: Signor Brown, Janette Brown.
Descrizione del Signor Brown:-
Luce luminosa giallo intenso stazionaria con aura, circolare, dimensioni della luna piena. (la luna questa notte era leggermente oltre il primo quarto.) I testimoni sono entrati dentro anzichè stare ad osservare.

              ————————————————————————-

La famiglia Brown è impressionabile, incline a drammatizzare e ad associare questi eventi a stranieri misteriosi visti nelle vicinanze. Tuttavia, sembrano del tutto sinceri.
La signora Hillis e la signora Johnson sono molto reticenti riguardo le loro ossevazioni e sono particolarmente ansiose di evitare pubblicità. Minimizzano le loro osservazioni.
Il signor McCabe ha fornito un rapporto impreciso di una luce gialla che si spostava rapidamente attraverso o appena sopra gli alberi ad Est dello stabilimento Heinz, una notte verso la terza settimana di Giugno.
Il guardiano dello stabilimento Heinz, George Frost, è stato presumiblimente testimone di alcuni di questi fenomeni, ma non è stato ancora intervistato.

malvern schema

marvel 1

AVISTAMENTO DI UN INSOLITO OGGETTO AEREO

1.In allegato rapporti di avvistamenti di un insolito oggetto aereo a Est di Malvern, il 31 Maggio 1954 dalle persone sottoindicate.

Christopher MUIR
David REESE
Brian McINERNEY

2.     Muir e Reese sono stati personalmente intervistati dall’Ufficiale di Comando Intelligence e dall’Ufficiale (di Sicurezza) Intelligence, e danno l’impressione di avere  istruzione e intelligenza sopra la media.


                                                                                                                                                                      Capo squadriglia
                                                                                                                                                                     
                                                                                                                                                                   (Per il Comandante)

Report Turner – Parte 3

Casi Australiani del 1954 O.H. Turner PARTE 1

Elenco di casi di UFO australiani presenti nel Report Turner  – prima parte

Report Turner – Parte 2

Report Turner – Parte 3

Turner 1

Egregio Signore,

Sotto autorizzazione del Segretario del Dipartimento Aereo, la direzione dell’ Air Force Intelligence ha  stabilito che 2  file di rapporti in relazione ai “dischi volanti”  sono stati messi a mia disponibilità per analisi. La mia partenza per il Regno Unito nel novembre 1954 ha limitato questa indagine. Le conclusioni tratte a questo punto sono date nella relazione allegata.

Se c’è il desiderio da parte della RAAF di continuare questa cooperazione in qualunque modo, Io sarei  molto felice di farlo anche così.

Distinti saluti

N.B. Turner è un professore di fisica nucleare dell’Università di Melbourne.

Turner me June 2004 a

Oliver Harry Turner insieme a Bill Chalker nel 2004

turner 2

RAPPORTO SUI ” DISCHI VOLANTI”

                   INTRODUZIONE

1.   Per aiutare nella valutazione di due file di rapporti tenuti dal Direttore dell’Air Force Intelligence riguardo ai “dischi volanti”, un’ indagine generale nella materia è tenuta dallo scrivente.  Tra i libri indagati ci sono i seguenti:

Keyhoe: “Dischi volanti dallo spazio”
Menzel: “Dischi volanti”
Leslie e Adamski: “I dischi volanti sono atterrati”

In aggiunta, numerosi periodici e riviste sono stati inclusi per corredare strani rapporti.

2. Il comitato Victorian Flying Saucer Investigation è stato utile nel fornire informazioni. Il Comitato non era a conoscenza  di alcuna connessione con la RAAF.

3.   Alcuni avvistamenti locali d’interesse erano personalmente indagati. Tali indagini portavano a rendere considerevoli informazioni più di quanto previsto. Infine, sono state fatte discussioni con vari membri dello staff del Dipartimento di Fisica, Università di Melbourne.

4.   Su questa strada, si sperava che sarebbe stata raggiunta una conoscenza di base del problema.

5. Per quanto riguarda i rapporti archiviati, c’era inizialmente l’intenzione dello scrivente di analizzare le testimonianze nel tentativo di comprendere il motivo di base che ha causato la recente ondata di segnalazioni di dischi.  Tuttavia, soprattutto come risultato dal libro di Keyhoe, sembrerebbe che queste analisi probatorie non sono più necessarie.  Invece, un tentativo è stato fatto per assegnare  ciascuno dei vari rapporti archiviati ad alcune particolari categorie.  Questa è una mossa preliminare nella comprensione del metodo e delle cause di questi “dischi” piuttosto che a determinarne l’esistenza o no.

                  RAPPORTI AMERICANI

6.  Vale la pena di studiare le prove presentate da Keyhoe. Questo ex-Maggiore dei Marines dell’ U.S. ha intenzione di pubblicare i rapporti dell’ U.S.  Air Technical Intelligence in relazione agli avvistamenti di “Oggetti Volanti Non Identificati”.  E’ pressocchè inconcepibile che questo non è un rilascio ufficiale,  come sostiene la  testimonianza di Albert M. Chop dell’ufficio di pubbliche informazioni, Dipartimento di Difesa, Washington. Conferma ufficiale direttamente da, diciamo, l’addetto dell’ U.S. Air o l’ufficiale australiano di collegamento a Washington sarebbe comunque altamente auspicabile.

7.  Alcuni dei casi trattati da Keyhoe sono riassunti di seguito ( in ordine cronologico).

turner 3

1. Norfolk, Virginia- 14 luglio 1952 2112 ore
La Pan-American Airways segnala all’ A.T.I.C.  di sei dischi visti compiere manovre sotto l’aereo. La descrizione data è di un brusco cambiamento di rotta, cambiamento di colorazione, alta velocità. Il diametro in rapporto allo spessore era circa 7/1. Uniti  ad altri due dischi prima di allontanarsi.

2. Washington, D.C.- 20 luglio 1952, 0040-0530 ore
Tre stazioni radar, il centro di controllo del traffico aereo all’aeroporto nazionale di Washington, la torre di controllo dello stesso areoporto e Andrews Field, Maryland-tutti gli echi situati approssimativamente nella stessa posizione e molti degli oggetti che producevano gli echi sono stati visti da terra e in aria dagli osservatori come luci colorate. L’osservazione è continuata per cinque ore durante le quali gli oggetti sono risultati essere capaci di accelerazione lineare superiore a diversi “g”. Potevano invertire, eseguire curve ad angolo retto e in un caso superare diverse migliaia di m.p.h.(miglia orarie).  Essi vogliono distanziarsi da ogni aereo che può inteccetarli, nonostante  gli intercettori possono spesso localizzare le loro luci prima che essi vadano fuori dalla vista. Il loro allontanamento è stato osservato nello schermo del radar.

3. Michigan-29 luglio 1952, 2140 ore
Il G.C.I. radar ha ordinato ad un F.94 di intercettare un oggetto volante sconosciuto a 635 m.p.h.. Quando a 20.000 piedi l’intercettore ha localizzato l’oggetto nel suo radar essere come a 4 miglia di distanza, stessa altitudine, posizione indicata visualmente da una luce che alternativamente lampeggiava rosso, verde e bianco. L’ F.94 ha inseguito l’oggetto a massima velocità per 20 minuti, durante i quali le luci lampeggianti rimanevano visibili in una posizione corrispondente al radar dell’aereo. Il tentativo di intercettazione è stato seguito dalla stazione G.C.I.

4. Bellefontaine, Ohio- 1 Agosto 1952, 1050 ore
Il C.G.I. radar ha captato un oggetto sconosciuto a 480 m.p.h. e a grande altezza. Visivamente rilevato da osservatori a terra. A due F.86 è stata ordinata l’intercettazione.  All’altitudine  di 40.000 piedi, un pilota ha fotografato con la fotocamera-gun un oggetto luminoso rotondo.   Il congegno di mira del radar indicava che l’oggetto era 12-20000 piedi sopra gli osservatori. Il tentativo di intercettazione è stato seguito dalla stazione G.C.I. radar.

5. Base Air Force di Hamilton, California- 3 agosto 1952 1615 ore
Due dischi osservati dal terreno con binocolo. Captati dal G.C.I. radar. Sei altri dischi sono arrivati. Il gruppo si è allontanato prima che gli intercettori potevano decollare.

6. Base Air Force Oneida, Giappone- 5 agosto 1952, mezzanotte
Oggetto rotondo scuro con luce brillante osservato dalla torre di controllo con binocolo. Si è avvicinato alla base lentamente, sospeso nei pressi per diversi minuti, poi si è allontanato. Seguito dal G.C.I. radar. Sembrava dividersi in tre unità.

7. Golfo del Messico- 6 Dicembre 1952, 0525 ore
B.29 a 18000 piedi. Quattro gruppi ciascuno di circa 5 oggetti sono stati osservati  approssimativamente con due minuti di intervalli da tre radar- scope. Ciascun gruppo stava viaggiando ad una velocità superiore a 5000 m.p.h. Molti degli oggetti sono stati anche avvistati. Un gruppo ha per poco tempo rallentato alla velocità dell’aereo, poi ha accelerato alla velocità iniziale ed è stato visto fondersi con una grande 1/2 scivolata, il tutto poi ha rapidamente accellerato a più di 9000 m.p.h. prima di andare fuori percorso.

turner 4

CONCLUSIONI

8. Se si ritiene che questi rapporti d’Intelligence sono autentici, in seguito alle evidenze presentate è tanto  difficoltoso presupporre qualsiasi interpretazione diversa da quella che sono stati osservati degli oggetti volanti non identificati.  Questo vale particolarmente per quei casi dove un oggetto è indipendentemente osservato essere in una determinata posizione allo stesso tempo per mezzo del radar, visibile e/o con metodi fotografici. Così combinate le evidenze praticamente  eliminate spiegazioni alternative così come “macchie davanti agli occhi”, illusioni di massa, fenomeni metereologici (includendo inversioni di temperature), etc. In molti casi, la velocità misurata e l’accellerazione sono altamente indicative che gli oggetti sono controllati intelligentemente le cui prestazioni sono superiori a quanto conosciuto dalla scienza occidentale. Infatti, la superiorità è tale che è altamente improbabile che tali oggetti abbiano un origine terrestre.

9. Un origine extra-terrestre è preferita a quella di un’origine Russa perchè, anche se le forze Russe erano molto avanzate rispetto alla schiera occidentale che loro potevano produrre tali aerei, è altamente improbabile che loro avrebbero mandato i loro congegni segreti  oltre il territorio nemico con il relativo rischio  di cattura o  guasto. Inoltre, lo spionaggio sarebbe sicuramente molto più vantaggioso se intrapreso dall’ attività della Quinta Colonna anzichè da   intercettazioni  aeree elusive  praticate da questi UFO.

10. Le evidenze presentate dai rapporti tenuti dalla RAAF tendono a supportare la conclusione sopra-vale a dire,  sicuramente gli strani velivoli che sono stati osservati comportarsi in maniera suggestiva sono di origine extra-terrestre. D’altronde, considerato che le prove Australiane sono inferiori a quelle Americane dal punto di vista di dimostrare la reale esistenza dei “dischi volanti”, lo scrivente ha soddisfatto se stesso con un modesto tentativo di setacciare i probabili avvistamenti UFO dalla categoria di probabili “fenomeni naturali”.  Questo è fatto in Appendice I.  Se si può considerare questo smistamento iniziale essere sufficientemente affidabile, in seguito i rapporti classificati UFO dovrebbero essere riesaminati nel tentativo di capire i metodi di propulsione e le motivazioni delle visite. I rapporti che sono semplicemente visivi vengono valutati con analisi strettamente limitate.  Molti nuovi rapporti richiedono che  schemi strumentali sono necessari.

E’ possibile annoverare un certo numero di queste raccomondazioni.

RACCOMANDAZIONI

1. Incrementare l’interesse ufficiale nei rapporti UFO.

2. Avere almeno un investigatore a tempo pieno il quale è incoraggiato ad intervistare personalmente ogni testimone conivolto in un rapporto interessante.  Queste interviste tendono a scoprire  informazioni rilevanti  e possono convertire un rapporto vago ad idoneo per le analisi.

3. Una certa misura di pubblicità per incoraggiare le persone a sottoporre le loro segnalazioni.  Un avvertimento deve essere dato ai potenziali mistificatori che provvedimenti saranno presi se la mistificazione coinvolge oneri pubblici.

4. Il legame stabilito con l’ U.S. Air Force Intelligence visto sotto  un’ottica di scambio d’informazioni e verificare le affermazioni di Keyhoe.

turner 5

5. Richiedere informazioni alla R.A.F. e al  “Project Magnet” Canadese.

6. Un tentativo può essere fatto per formare una commissione consultiva scientifica per aiutare nelle analisi dei rapporti,  provvedere che in futuro questi rapporti sono più numerosi e con maggiori dettagli rispetto ai  documenti precedenti.  Le prime tre raccomandazioni  dovrebbero incrementare questi presupposti.  L’U.S.A.F. e la R.A.F. possono anche essere disposti a permettere a tale commissione di esaminare i loro rapporti.

7. E’ altamente raccomandato che vengano acquisiti maggiori avvistamenti radar. Un rapporto radar valorizza molte segnalazioni visive non supportate.  Solo il radar può fornire il raggio,l’altezza,  la velocità e il percorso preciso . Ausili visivi possono aggiungere forma e colore, se sincronizzati con il radar, le dimensioni reali.  Sono necessarie  altre stazioni radar  che devono operare con tempi più lunghi. Gli operatori radar dovrebbero essere informati delle procedure da adottare quando è sospettata la presenza di un U.F.O.. Loro dovrebbero avere familiarità con tali oggetti come per la propagazione anomala e le nuvole ionizzate.

turner 6

APPENDICE I

Spiegazione del prospetto:

Colonna
“Ora” T         – rappresenta un’osservazione fatta entro il termine del crepuscolo civile.
“Aggiuntivo”
Sp       – velocità
Tr        – scia o scarico
Dim    – Dimensioni (in unità angolari)
Ns       – rumore
Dis      – modalità di scomparsa

 

“Identificazione”
Il vuoto indica che l’avvistamento non può essere identificato con una stima maggiore del 50% di probabilità.
L’identificazione con il punto interrogativo indica una stima con il 50-80% di probabilità.
L’identificazione senza il punto interrogativo indica una stima con probabilità maggiore all’80%.

Il termine  UFO è stato adottato dalla terminologia dell’U.S.A.F., ma è qui inteso per includere anche tutti gli aerei, palloni meteorologici, missili guidati, ecc. che sono sfuggiti all’indagine ufficiale e non sono stati menzionati nei rapporti archiviati. Naturalmente, in molti casi, anche se tali oggetti non autorizzati fossero nelle vicinanze, anche se non fossero identificati con la segnalazione dell’avvistamento così come per le rispettive caratteristiche di comportamento differiscono davvero notevolmente per esempio  un volo controllato a livello a 3,600 m.p.h. non è caratteristico degli aerei o missili odierni.

Numero di registrazione.Rpt. DAFI, luogo, data, ora, durata, descrizione, numero dei testimoni, direzione vista, direzione di movimento, aggiuntivo, Identificazione

turner 7

4. Durata: breve
    Descrizione: 8 “razzi”
    Direzione vista: elevato
    Aggiuntivo:
Sp- “proiettile tracciante”
Tr- “scarico”
Ns- forte sibilo
Dis- sopra l’orizzonte

6.  Descrizione: fusoliera d’argento senza ali
     Direzione vista: elevato
     Direzione di movimento: Ovest verso Ovest-Sud-Ovest
     Aggiuntivo:
     Sp- “rapido”
     Sp-  media altezza 

7. Durata:breve
    Descrizione: lunga fusoliera
    Direzione vista: dall’orizzonte verso l’alto
    Direzione di movimento: Ovest poi è salito
    Aggiuntivo:
    Ds- media altezza
    5 “portelli” arancioni sul lato

turner 8

10. Descrizione: “cigaro” grigio chiaro
Aggiuntivo:
Tr- giallo
Dis-sopra l’orizzonte

12. Descrizione: luce brillante (come un arco di carbonio*)
Direzione di movimento: Nord poi ad Est
Aggiuntivo:
Sp- 8°/mt a Nord e rapido verso est

13. Descrizione: luce bianca con aura
Direzione vista: Elevata a nord per 6-7 minuti, ad ovest per 15 minuti
Aggiuntivo:
Dis-sopra l’orizzonte

15. Descrizione: luce come una stella
direzione vista: Est poi ha circolato a Nord, Ovest, Sud
Aggiuntivo:
Dis- sopra l’ aereo

17. Descrizione: luce ovale bianca (rilevata dal doppler**)
Direzione vista: elevato
Direzione di movimento: Nord-Ovest poi Sud-Est

* – http://www.instructables.com/id/Carbon-Arc-Lights/

** – http://it.wikipedia.org/wiki/Radar_Doppler

turner 9

22. Descrizione:”fungo”
       Direzione vista: Est-Nord-Est alla base delle nuvole 
       Direzione di movimento: Sud-Est intorno a Nord-Est
Aggiuntivo:
       Dis- dentro una nuvola

25. Descrizione: “fungo”
       Direzione vista: davanti a 300 yds.
       Direzione di movimento: varie
Aggiuntivo:
Sp- girovaga velocemente
       Tr- giallo a volte
       Dim- 150′ diametro
                   60′ altezza
       Ns-ronzio
       Nell’identificazione c’è una nota: UFO se non è una mistificazione 

26. Ovale argentato
       Direzione di movimento: come un movimento di frusta
       Aggiuntivo:
       Sp- girovaga poi  300° in <1 mt
       Ds- sopra la collina

turner 10

27. Durata: breve
       Descizione: 3 oggetti circolari luminosi
       Direzione di movimento: Ovest verso Sud
       Aggiuntivo:
Zigzagavano verso Ovest, 12-35° elev.
linea a poppa Sud, 18°elev
Lenti Polaroid efficaci.
Dis-media altezza

28. Durata: breve
Descrizione: disco argentato (due piatti uniti insieme)
Direzione vista: Al di sopra e sud
       Aggiuntivo:
tr-giallo
Ns- “come un aereo con motore spento”
Dis- media altezza

30. Descrizione: 2 dischi  neri uniti da un arco
Direzione di movimento: ovest verso Nord
       Aggiuntivo:
Dis- sopra una collina

tabella5_z

41. Descrizione: Disco lucente argentato
       Direzione di movimento: Ovest ( orizzonte)
Aggiuntivo: movimento ondulatorio

42. Descrizione: Disco lucente argentato
Direzione di movimento: Ovest (dentro il sole)
Aggiuntivo: movimento ondulatorio

 43. Descrizione: Eco radar di un indefinito disco grigio
Direzione di movimento: Sud verso Est
Aggiuntivo:
Osservazione visiva con l’ausilio del binocolo
Sp- 3.600 mph verso Est (misurata sulla traccia)

44. Disco luminoso bianco (successivamente arancione)
Direzione di movimento: Est a 70° verso Nord
Aggiuntivo: 2 dischi in un primo momento ma uno è scomparso
Dim- 15° in prossimità

tabella6_

48. Descrizione: corpo ovale con leggero bagliore blu Aggiuntivo: Tr- gas giallo/arancione Ns- ronzio (motocicletta) Dis- media altezza

tabella7

56. Durata: parecchi minuti Descrizione: disco rotante munito di finestre con tettoia, 3 ruote,3 portelli ecc. Direzione di movimento:Varie infine a Nord Aggiuntivo: Tr- bagliore giallastro (3 portelli) Ns- “motocicletta” anche ticchettio

Report Turner – Parte 2

Il caso Valentich

Valentich 1

6. EVENTI RILEVANTI

Il pilota ha ottenuto una qualifica Strumento di Classe Quattro l’11 maggio 1978 ed è stato pertanto autorizzato ad operare di notte in condizioni meteo per il volo a vista(VMC). Il pomeriggio del 21 ottobre 1978 era presente al Moorabbin Briefing Office, ha ottenuto informazioni meteo e, a 1723 ore, ha presentato un piano di volo per una notte VMC traettoria di volo da Moorabbin a King Island e ritorno. la quota di altitudine designata nel piano di  volo era sotto 5000 piedi, con intervalli di tempo stimati di 41 minuti a Cape Otway e 28 minuti da Cape Otway a King Island. La durata totale del carburante indicata come 300 minuti. Il pilota non si è accordato per l’illuminazione aerodromo per illuminare il suo arrivo a King Island. Ha avvisato l’impiegato informatore e l’operatore delegato che stava facendo salire amici a King Island e ha portato con sè quattro giubbotti di salvataggio sul velivolo.

Il velivolo era rifornito fino alla capacità a 1810 ore è partito da Morabbin a 1819 ore. Dopo la partenza il pilota ha stabilito due-vie di comunicazione radio con Melbourne Flight Service Unit (FSU).

Il pilota ha riportato Cape Otway a 1900 ore e la prossima trasmissione ricevuta dal velivolo è stata a 1906:14 ore. Le seguenti comunicazioni tra il velivolo e Melbourne FSU sono state registrate da questo momento:(Nota: La parola / le parole tra parentesi sono aperte ad altre interpretazioni).

TEMPO DA TESTO
1906:14 VH-DSJ MELBOURNE questo è DELTA Sierra Juliet vi è alcuna nota del traffico sottostante cinquemila
:23 FSU DELTA Sierra Juliet nessun traffico noto
:26 VH-DSJ DELTA SIERRA JULIET   Sembra che c’è(ci sarebbe) un grosso aereo sotto i  cinquemila

valentich 2

TEMPO DA TESTO
:46 FSU DD DELTA SIERRA JULIET che tipo di aereo è
:50 VH-DSJ DELTA SIERRA JULIET Non posso confermare  ha quattro bagliori a me sembrano luci d’atterraggio
1907:04 FSU DELTA SIERRA JULIET
:32 VH-DSJ MELBOURNE, questo (è) DELTA SIERRA JULIET l’aereo è appena passato sopra di me a meno di un migliaio di piedi sopra
:43 FSU DELTA SIERRA JULIET ricevuto ed è un grosso aereo confermi
:47 VH-DSJ è ignoto a causa della  velocità di viaggio c’è qualche velivolo dell’Air Force nelle vicinanze
:57 FSU DELTA SIERRA JULIET non risultano aereomobili nelle vicinanze
1908:18 VH-DSJ MELBOURNE si sta avvicinando adesso da direzione est verso di me
:28 FSU DELTA SIERRA JULIET
:42 // microfono aperto per due secondi//
:49 VH-DSJ DELTA SIERRA JULIET mi sembra che sta giocando come una sorta di gioco lui sta volando sopra di me due tre volte alla volta a velocità non ho potuto identificarlo
1909:02 FSU DELTA SIERRA JULIET ricevuto qual è il tuo livello attuale
:06 VH-DSJ il mio livello è di quattro mila e mezzo, quattro cinque zero zero
:11 FSU DELTA SIERRA JULIET e confermi di non poter identificare il velivolo
:14 VH-DSJ affermativo
:18 FSU DELTA SIERRA JULIET  ricevuto standby
:28 VH-DSJ MELBOURNE DELTA SIERRA JULIET non è un aereo è // microfono aperto per due secondi//
:46 FSU DELTA SIERRA JULIET MELBOURNE puoi descriverlo
1909:52 VH-DSJ DELTA SIERRA JULIET perché mi sta volando davanti ha una forma allungata// microfono aperto per tre secondi// (non posso) identificare oltre (quello è così veloce) // microfono aperto per tre secondi// è davanti a me in questo momento Melbourne
1910:07 FSU DELTA SIERRA JULIET ricevuto quanto sarebbe grande questo oggetto
:20 VH-DSJ DELTA SIERRA JULIET MELBOURNE sembra come essere stazionario quello che sto facendo in questo momento è orbitare e la cosa è appunto in orbita sopra di me ha anche una luce verde e un tipo di metallo (come)  tutto lucido (sul) esternamente.
:43 FSU DELTA SIERRA JULIET

 

Valentich 3

TEMPO DA TESTO
:48 VH-DSJ DELTA SIERRA JULIET//  microfono aperto per 5 secondi// è svanito
:57 FSU DELTA SIERRA JULIET
1911:03 VH-DSJ MELBOURNE vorresti sapere quale tipo di velivolo ho è un (tipo) di velivolo militare
:08 FSU DELTA SIERRA JULIET confermi che il velivolo  è appena svanito
:14 VH-DSJ Dillo di nuovo
:17 FSU DELTA SIERRA JULIET il velivolo è ancora con te
:23 VH-DSJ DELTA SIERRA JULIET(non lo è)// microfono aperto per 2 secondi//(come) si avvicina da sud-ovest
:37 FSU DELTA SIERRA JULIET
:52 VH-DSJ DELTA SIERRA JULIET  il motore sta girando approssimativamente al minimo ce l’ho addosso a ventitré ventiquattro e la cosa è (tosse)
1912:04 FSU DELTA SIERRA JULIET ricevuto quali sono le tue intenzioni
:09 VH-DSJ Le mie intenzioni sono di andare a King Island ah Melbourne quello strano velivolo è sospeso di nuovo sopra di me// microfono aperto per due secondi// è sospeso e non è un aereo
:22 FSU DELTA SIERRA JULIET
:28 VH-DSJ DELTA SIERRA JULIET Melbourne//microfono aperto per 17 secondi//
:49 FSU DELTA SIERRA JULIET MELBOURNE

Non ci sono ulteriori registrazioni trasmesse dal velivolo.
 
Le condizioni climatiche nell’area di Cape Otway erano cielo sereno con una traccia di  stratocumuli a 5000 e 7000 piedi,   cirri sparsi a 30000 piedi, eccellente visibilità e venti leggeri.  La fine della luce del giorno a Cape Otway era a 1918 ore.

La Fase di Allerta delle procedure SAR è stata dichiarata a 1912 ore e, a 1933 ore quando il velivolo non è arrivato a King Island, la Fase di Pericolo è stata dichiarata e l’azione di ricerca è cominciata. Un’intensiva ricerca aerea, a mare e a terra si è protratta fino al 25 Ottobre 1978, ma nessuna traccia del velivolo è stata trovata.

7. STIMA DELLA CAUSA

La motivazione della scomparsa del velivolo non è stata determinata.

I militari hanno inserito l’avvistamento di Valentich a penna e hanno sottolineato un avvistamento segnalato all’incirca poco prima della scomparsa del pilota con su scritto: COPIA AL PUNTO D’INVESTIGAZIONE

prospetto Valentich

21 Ottobre   1900 ore   VIEW BANK        5 minuti         Luci rosse e verdi si muovono a nord

giornale valentich

giornale valentich 2

giornale valentich3

giornale Valentich 4

giornale valentich 5

giornale valentich 6

Suoni inspiegabili

“Durante l’ultima trasmissione registrata di Valentich per l’unità di servizio di Melbourne, diciassette secondi di rumore inspiegabile, descritti come “suoni metallici,  raschianti,” sono stati registrati dal nastro audio di controllo DOT traffico aereo.I ricercatori Paul Norman e John W. Auchettl [ 7 ] hanno ricevuto una copia modificata del nastro voce originale dal DOT. Auchettl aveva una copia analizzata dal Royal Melbourne Institute of Technology (RMIT) [ 8 ] e un altra è stata acquisita dagli Stati Uniti da Norman per l’analisi del Dr. Richard F. Haines, un ex ricercatore NASA-Ames e Professore Associato di Psicologia alla San Jose State University. [ 9 ] [ 10 ]Haines descrisse i suoni come “Trentasei scatti separati inizialmente abbastanza costanti e impulsi di arresto che delimitano ciascuno,” e ha detto che erano “senza schemi distinguibili in tempo o  frequenza”. [ 3 ] Il significato dei suoni, in ogni caso, è rimasto indeterminato.”

http://en.wikipedia.org/wiki/Valentich_disappearance

 

Haines

Qui di seguito abbiamo una lettera del Dott. Haines citato su Wikipedia

Egregio Signore,

    In qualità di consulente scientifico per il centro per lo studio UFO negli Stati Uniti, sto indagando gli avvistamenti dei piloti di anomali fenomeni aerei. Recentemente ho letto una notizia da un articolo riguardo un avvistamento da parte del sig. Frederick Valentich volando su un Cessna 182. Concordo con il dispaccio UPI lui ha segnalato di aver visto qualcosa di molto anormale e poi il contatto radio a terra è stato perso. Io sto scrivendo a Voi per la vostra gentile collaborazione in questo problema. Sareste così gentile da cercare di completare il  rapporto modulo allegato o passarlo a qualcuno che è in grado di completare i dettagli?
Il Vostro aiuto è molto apprezzato da noi che siamo solo interessati per tentare di scoprire la vera natura del fenomeno in questione.
Non riceverete alcuna pubblicità tutti i nostri documenti sono mantenuti riservati.

Sarei particolarmente interessato alle condizioni climatiche nella regione entro un raggio di 150 miglia da Melbourne il 21 ottobre 1978 fino a un’altitudine di 7, 500 piedi. E’ stato ottenuto alcun nastro voce? Se è così potete inviarmi una copia  solo a scopo di ricerca? Infine, gradirei molto corrispondere con Mr. Valentich . Potreste fornirmi il suo indirizzo?

A nome del Centro per lo Studio UFO lasciate che Vi ringrazio in anticipo per l’assistenza che potrete fornire. Sarò lieto di inviarvi una copia di qualsiasi rapporto che può essere approntato su questo caso.

                                                                               Si prega di utilizzare il seguente indirizzo in
                                                                                   ogni corrispondenza per risparmiare tempo

indagini valentich

Frederick Valentich(pilota) ha soddisfatto i requisiti medici per il rilascio iniziale di SPL l’8/2/77 mentre il suo peso è stato registrato come 120 libbre.  Lui sostiene di non avere esperienza aereonautica a quella data. Non c’è storia medica significativa e nessuna licenza di limitazione è stata imposta.

2.  Il 21/10/1978  Valentich era impegnato in un volo notturno VNC da Moorabbin a King Island quando ha segnalato che un grosso aereo con numerose luci era sospeso sopra di lui. Le trasmissioni cessarono poco dopo e la chiamata successiva da Melbourne FSU non ha avuto risposta. Nonostante un’intensiva ricerca nessun  aereo o  relitto di aereo è stato trovato.

3. Inoltre accedendo ai risultati di indagine di sicurezza aerea, lo scrivente ha intervistato il padre e la fidanzata di Valentich e ho studiato una copia del nastro della trasmissione finale del VH-DSJ nel tentativo di incrementare fattori di sfondo umano a questo caso.

4.          Frederick è nato in Australia da genitori Italiani di Trieste. Il padre parla a “pezzi” ma un Inglese comprensibile ma la madre e i due bambini più piccoli non parlano inglese. La lingua scelta a casa è l’Italiano ma Frederick non era scorrevole e il padre sempre correggeva l’italiano parlato da Frederick  con il risentimento di  Frederick. Frederick era uno studente al di sotto della media e ha ottenuto risultati scadenti alla maturità.

5. Il cattolicesimo è la religione di famiglia ma non regolarmente praticato. Il padre esprimeva il suo disappunto perchè Frederick era presente in chiesa solo a Natale, Pasqua e “nelle occasioni speciali” e ha provato a persuadere Frederick di assistere più spesso.
La ragazza di Frederick è una metodista.

6.       Frederick era un membro molto appassionato dei corpi di Formazione Aerea.  Lui ha dedicato molto tempo a queste attività che a lui piacevano, ed è stato orgoglioso di indossare l’uniforme. Lui aveva l’ambizione di diventare un Pilota dell’Air Force ma i suoi titoli di studio ostacolavano questo.

7. Lui ha faticato per essere accettato e rispettato dai suoi superiori (nell’ATC) e dai suoi coetanei. Nonostante appariva essere sopra ogni sospetto, lui ha mentito al padre, agli ufficiali ATC e alla sua fidanzata di avere superato le materie per il suo CFL quando lui, ha di fatto fallito. Lui ha anche detto al propietario dell’aereo che, in quest’ ultimo volo,  si era accordato per ritirare una partita di gamberi da King Island  e  riportare i passeggeri che lo stavano aspettando, nessuna delle quali è vera.

8. Il padre è  convinto, e rimane d’accordo con la successiva pubblicità dei media, che suo figlio è stato “catturato” da un U.F.O. e che sarebbe stato restituito quando “loro” avrebbero finito di fare indagini su di lui. Frederick ha mostrato un grande interesse negli UFO, aveva una collezione di libri, articoli e ritagli su questa materia ma il padre non pensava che suo figlio  era convinto della loro esistenza  come non lo era lui.

indagini valentich 2

9.   La fidanzata di Frederick sembrava gradire la notorietà della pubblicità circostante la scomparsa. Lei non appariva eccessivamente interessata e dava l’impressione  che  si aspettava di vederlo di nuovo.  Lei sosteneva che c’era una stabilità nel suo rapporto con Frederick e che loro avevano dei progetti essendo fidanzati, ma il padre ha scartato il rapporto come non fosse importante.

10.  In mancanza di alcuna ulteriore concreta evidenza, si può solo suggerire un numero di ipotesi per spiegare questa scomparsa:

(a) Intromissione UFO- nessun ulteriore commento a parte la constatazione che non c’erano segnalazioni di avvistamenti di un’ astronave brillantemente illuminata grande abbastanza da prelevare a bordo il Cessna182.

(b) Disorientamento- nel luogo e nel momento del fatto, c’era una distinta possibilità e anche la probabilità. D’altronde, avrebbe comportato un impatto incontrollato con il mare e l’aspettativa di un relitto di conseguenza.

(c) Atterraggio controllato sul mare con l’intenzione di  fuoriuscire dall’aereo prima che affondasse.  Questo sarebbe potuto riuscire come non riuscire. In entrambi i casi nessun relitto sarebbe stato trovato e , in quest’ultimo caso, il corpo sarebbe rimasto ancora nell’aereo.

(d)Atterraggio riuscito altrove. Forse Valentich non era dove ha detto di essere ed è atterrato in una località remota.

(e) Incidente altrove nel tentativo(d) e i rottami non sono stati ancora trovati.

mappa Valentich

Questo cartina mostra il punto di partenza da Moorabbin e il punto di arrivo  a King Island, la linea rossa indica la  rotta  da Moorabbin per giungere a King Island

 

lettera padre Valentich

Al direttore  del Dipartimento dei trasporti regionale di Victoria e Tasmania                                                   8 Gennaio 1979



Egregio Signore

Sono il padre del pilota disperso Frederick Valentich, che è misteriosamente scomparso sullo Stretto di Bass, il 21 ottobre 1978.

Frederick ha lasciato un sacco di cose dietro che conserviamo molto caramente in sua sua memoria, ma  non ci ha lasciato alcun suono.
Pertanto, vorrei chiederle gentilmentecome   direttore del Dipartimento  se sarebbe possibile ottenere una copia dell’ultima comunicazione radio di Frederick,  che tutti  in famiglia desideriamo molto per conservarlo stretto vicino al nostro cuore.

Distinti saluti

Guido Valentich

 

risposta al padre di Valentich

Egregio Sign Valentich,


                    Nella Sua lettera dell’8 Gennaio 1979 lei mi ha  chiesto se potessi fornire una copia della trasmissione radio fatta da suo  figlio durante il volo che termina con la sua scomparsa il 21 Ottobre 1978.

                     E’ nella normale politica di questo Dipartimento considerare tutte le registrazioni di comunicazioni radio come riservate. Tuttavia, in questo caso, sono molto felice di darvi lacopia della registrazione della voce di suo figlio per tenerla come ricordo.

             Vi chiedo, però, in osservazione della ferma politica di riservatezza del Dipartimento, di limitare l’ascolto del nastro alla vostra famiglia per lo specifico proposito affermato nella sua lettera.
                  
                     La prego di accettare i miei sinceri auguri che la scomparsa di suo figlio sarà risolta senza ulteriori disagi per lei e la sua famiglia.

                    

                                                            Distinti Saluti

                                                             A/g Direttore

 

Casi Australiani dal 1969 al 1971

 

unexplainedone

 

12 agosto 1969 Ora 1212 ore GMT a mare – Posizione 10°05’8 110°00’E. Lento oggetto luminoso passa da est a ovest.
7 Settembre 1969 Ora 0308 ore GMT a Subiaco, WA. Cielo sereno con formazione di nuvole cumuliformi. L’oggetto appare come una luce blu. Durata circa sotto i 6 minuti.
6 Ottobre 1969 Ora 1245 ore GMT  a Coorparoo, Queensland. Cielo sereno. Brillante luce rossa arancione. Durata 55 secondi.
22 Gennaio 1970 Ora 1010 ore GMT a Canberra, ACT. Cielo sereno e luna luminosa. Oggetto a forma di piatto con luci rosse/bianche lampeggianti. Durata 5 minuti.

unexplainedtwo

23 Maggio 1970 Ora 0810 ore GMT, 200 ns sud di Townsville, Qld. Intenso raggio statico e verticale nel cielo occidentale.
26 Giugno 1970 Ora 0930 ore GMT A Mildura, SA.Oggetto di grandi dimensioni con due luci rosse ascende verticalmente dal suolo con fischio rumoroso
29 Giugno 1970 Ora 0702 ore GMT a Canberra, ACT. Oggetto nero traversa davanti a Venere.
9 Settembre 1970 Ora 0220 ore GMT a Atherton, Qld. Da 50 a 100 oggetti simili a stelle a sud del cielo.

unexplainedthree

26 Ottobre 1970 tempo 10:45 ore GMT al Lyndale Vic. Due oggetti emettono flash bianco/arancione alternativamente. Gli oggetti si fondono e si separano ad intervalli.
28 Ottobre 1970 Ora 08:00 ore GMT at Binalong Bay, Tas. Oggetto a forma di aereo con due piccole sporgenze alari. Durata 10 minuti.
1 Novembre 1970 Ora 2320 ore GMT a Coonabarabran, NSW. Uno spesso oggetto a forma di ferro di cavallo bianco. Durata 1 minuto.
18 Novembre 1970 Ora 1130-1220 ore GMT at Ninmitabel, NSW. L’oggetto sembrava avere una parte rossa e una parte blu. Inizialmente è apparso come una luce gialla brillante nel cielo ad est. Durata 50 minuti.
7 Gennaio 1971 Ora 1103 ore GMT a Queenscliff , Vic. Luce rossa e blu, approssimativamente 30 piedi di diametro. Durata 15 minuti.
3 Marzo 1971 Ora 1730 ore GMT a Montagu Bay, Tas. Luminosa luce verde e gialla discende verso il suolo. Durata 15 secondi.
2,9,12 Aprile  1971 Ora 02:30 ore ( 2 e 9 aprile)  e 0045 ore GMT (12 Aprile) a Condoblin , Nsw. Oggetto molto luminoso  presenta flash blu/verde, giallo e bianco.
L’oggetto è apparso nel cielo ad Ovest e seguiva un percorso irregolare.

unexplainedfour

29 Aprile 1971 Ora 0850 ore GMT a Richmond, NSW. Luce Oscillante lampeggia bianco rosso / bianco verde ogni 1 secondo e mezzo. Durata 2 ore e mezza.
14 Maggio 1971 Ora 1340 ore GMT a Richmond, NSW.Oggetto Estremamente luminoso biancoverde-rosso . Durata 34 minuti. Risultano 8 testimoni

observatorysighting2

In allegato un rapporto di osservazione aerea della signora M. Gong. Questo rapporto è stato trasmesso a noi dal Commonwealth Bureau of Meteorology.

                      
observatorysighting

RE: Avvistamento ufo
Egregio Signore,
Mi precipito ad assicurare che, non sono in alcun modo un tipo isterico e le seguenti informazioni vengono inoltrate a voi da utilizzare come desiderate. L‘unica cosa che chiedo è che Voi non farete il mio nome a
tutti. Le persone qui fuori sono abbastanza scettiche sugli UFO. Circa un mese fa ho osservato quello che ho pensato poteva essere sia una stella molto luminosa o  un satellite e non ho fatto molto caso al momento. Da allora ho fatto osservazioni alle date e orari indicati.
Venerdì 2/4/71 leggera brezza da nord. Visto dalle 23.30  alle 00.30. In quel periodo questo oggetto, che ancora appariva come una stella molto luminosa che mostra flash blu / verde, giallo e bianco, seguiva un  percorso irregolare. Ho rilevato la posizione in confronto ad un albero e ai lampioni in strada, ma non sono abbastanza all’altezza scientificamente per fare uso di strumenti.

Venerdì 9 aprile 1971 Poco o nessun vento. Nessuna nuvola. Osservato da mezzanotte alle 00:30. L’ oggetto ancora sembrava emanare flash di luci colorate e di nuovo ha seguito un percorso irregolare. Appare sempre all’incirca nello stesso posto (nel cielo occidentale).

Lunedì 12 aprile 1971 Leggera brezza / nuvole sparpagliate 22:30 Circa 18 pollici al di sopra del cavo metallico della luce in strada e immobile  ben al di fuori del cielo occidentale. 22:45 direttamente a livello con cavo. 22.48 Ai piedi del cavo. 22.50.era sceso  circa 2 metri sotto il cavo. Poi, l’ho perso nelle nuvole.

 

observatorysightings3

Mi rendo conto che questo potrebbe molto probabilmente essere un pallone metereologico come i movimenti irregolari sembrano essere simili a quelle di un pallone sonda catturato dalle correnti d’aria. Cosa ha attirato la mia attenzione, in primo luogo è  che sembra apparire più luminoso di qualunque altra stella ed i colori che sembra emettere.
Io sempre continuo a osservare per questa cosa e prenderò appunti quindi, ma temo che sarà di poco valore scientifico, poiché posso misurare solo i movimenti in confronto agli impianti esterni. L’unica cosa che posso assicurare è che qualunque cosa esso sia:
E’ piuttosto luminoso.
Esso appare emettere luci colorate.
Appare nel cielo occidentale (piuttosto alto)
Esso segue un percorso molto irregolare …. a volte si ferma e poi  uno scatto improvviso e movimenti circolari. A volte a destra e a volte a sinistra.
Non sono sicura se mandare questa lettera anche al Dipartimento competente ma sarei grata se potete trasmettere al Dipartimento che gestisce avvistamenti di UFO. Le ultime due osservazioni sono state fatte con un’altra persona in grado di verificare. Saremmo molto lieti di avere i vostri commenti, a tempo debito.

mrgiles

Rapporto di avvistamento di oggetto inspiegabile nel cielo venerdì 14 maggio 1971

Il sig.Giles di Rooty Hill segnala inspiegabile oggetto illuminato nel cielo, apparente posizione approssimativa  rif. RICHMOND 195/8 NM. Il sig. Giles segnala all’ Ops OFFICER OPCOM. Notificato dalla Torre di Controllo. Oggetto avvistato e tenuto sotto sorveglianza visiva dalla Torre di Controllo dalla Torre Duty Controller e da me. Chiaramente visibile, stazionario, cambia colore dal bianco-verderosso per poi tornare al bianco .Il RADAR era acceso, ma nessun eco positivo o identificatore disponibile che potrebbe essere correlato all’oggetto. L’oggetto scomparve dalla vista, nessun movimento visibile ad azimut* è sembrato diventare meno e meno brillante finché non era più visibile. Il Signor Giles ha riferito di aver visto l’oggetto dissolversi e scomparire.

NOTE:
2.  
Ops OFFICER OPCOM ha preso nota dei particolari segnalati dal sig. Giles, che stava osservando l’oggetto in compagnia di altre cinque persone.

 

Report Cometa

LES OVNI ET LA DEFENSE
à quoi doit-on se préparer ? Il Report Cometa

Préface du Général Bernard NORLAIN, ancien Directeur de l’Institut des Hautes Etudes de Défense Nationale

Introduction
En 1976, un comité de l’association des anciens auditeurs de I’IHEDN, présidé par le général Blanchard, de la Gendarmerie Nationale, a abordé le problème épineux des objets volants non identifiés. Ses recommandations ont été suivies, lors de la création, au sein du Centre National des Etudes Spatiales, du Groupe d’Etudes des Phénomènes Aérospatiaux Non identifiés (GEPAN), devenu en 1988 le Service d’Expertise des Phénomènes de Rentrée Atmosphérique (SEPRA). 20 ans après, le présent comité a jugé utile de faire le point sur ce dossier, dont l’actualité est grande, comme en témoignent de nombreux films et émissions de télévision consacrés au sujet. De fait, le phénomène demeure, et le nombre d’observations crédibles et inexpliquées, malgré l’abondance de leurs données, s’accroît partout dans le monde.
Notre rapport s’ouvre sur quelques cas remarquables français et étrangers.
Nous décrivons ensuite l’organisation actuelle de la recherche sur ce phénomène, en France et à l’étranger. Nous exposons les principales explications partielles proposées par des scientifiques et faisant appel aux lois connues de la physique, en mentionnant celles qui pourraient conduire à des réalisations à plus ou moins long terme (système de propulsion, armes non létales). Puis nous faisons le tour des principales explications globales avancées, en insistant sur celles qui sont en accord avec les données actuelles de la science, des engins secrets aux manifestations extraterrestres. Nos recommandations sont liées à l’impact du phénomène OVNI sur la défense au sens large.

Report Cometa (PDF)